Vai al menu sezioni pagina

Antigone di Sofocle dal blog Opere dell'ingegno

Le mie esperienze di lettura, ascolto e visione

orme arancioni su asfalto bagnato dalla pioggia

Sei su: Letteratura , Tragedia greca > Antigone di Sofocle



Antigone di Sofocle

Il dilemma di Antigone è spesso rievocato oggi, come ricorda Diego Fusaro seguendo l’intuizione di Georg Wilhelm Friedrich Hegel:

pittura muraria in Berlino raffigurante profilo destro di donna giovane su muro di mattoni decorato a tinte lievi, sopra alberi riflessi su vetri di portone metallico

il dilemma relativo alla tragedia dello scontro incomponibile tra le potenze etiche della famiglia e le potenze etiche dello Stato.

Le une potenze escludono le altre, le leggi familiari si oppongono alle leggi dello Stato.

Oggi, nella visione del filosofo torinese, le figure di Antigone e Creonte – rispettivamente paladini delle ragioni della famiglia e dello Stato – si trovano sullo stesso versante bellico contro Re Mida, il capitale, di aristotelica memoria, che rappresenta l’annullamento dell’etica a favore di un materialismo economico.

Anche il grecista Gennaro Perrotta supera la visione hegeliana definendo Creonte tiranno odioso che viola nel suo editto le leggi divine e Antigone eroina purissima che contrasta la volontà iniqua dell’iniquo reggente, infondata sia sui principi celesti che infernali:

poiché non Zeus ha emanato questo editto e nemmeno Diche, quella che abita con gli dèi sotterranei, stabilì mai tali leggi tra gli uomini.
Io non pensavo che i tuoi editti avessero tanta forza, che un mortale potesse infrangere le leggi non scritte e immutabili degli dèi: poichè non sono nè di oggi, nè di ieri, ma vivono eterne, e nessuno s da quando esistono.

G. Perrotta, Disegno storico della letteratura greca.


Informazioni sull'articolo

Antigone di Sofocle e' stato pubblicato il 4 ottobre 2019 alle 20:19 da Francesco nella categoria Letteratura, Tragedia greca.
Ultima modifica: ottobre 4, 2019.


Commenti (0)

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto.
Consenso esplicito secondo il D.Lgs 196/2003.

Formulario di invio messaggi







vai al menu sezioni pagina


Menu di navigazione

vai al menu sezioni pagina