Vai al menu sezioni pagina

Alcesti di Euripide dal blog Opere dell'ingegno

Le mie esperienze di lettura, ascolto e visione

orme arancioni su asfalto bagnato dalla pioggia

Sei su: Letteratura , Teatro > Alcesti di Euripide



Alcesti di Euripide

Alceste di Euripide fu a torto considerata una tragedia semicomica e tragedia con elementi satireschi, come si legge nel manuale Disegno storico della letteratura greca di Gennaro Perrotta.

murale in Santa Lucia raffigurante donna sarda con scialle nero, mare e nuvole sulla porzione destra dell'immagine dove termina il muro

Ma si tratta di un errore dovuto al fatto che la prima rappresentazione ebbe luogo in sostituzione di una dramma satiresco e che alcune parti della stesura si ritengono non tragiche.

Ma tragedia è interamente, con un pathos diffuso e profuso da tutti i personaggi, il lieto fine del finale che porta in scena la resurrezione della regina è struggente quanto le pagine dell’abbandono e dell’addio alla vita.

La lettura in greco non è semplice ma coinvolgente, si alternano lunghi blocchi di testo, affascinanti monologhi, a declamazioni che si sviluppano su un’unica riga, con la partecipazione di un coro espressione unanime di fedeltà, che si unisce a quella del debole ma sincero personaggio del marito Admeto.

Vi si ispirò Christoph Willibald Gluck per la sua Alceste su libretto di Ranieri de’ Calzabigi.


Informazioni sull'articolo

Alcesti di Euripide e' stato pubblicato il 16 maggio 2018 alle 20:12 da Francesco nella categoria Letteratura, Teatro.
Ultima modifica: maggio 16, 2018.


Commenti (0)

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto.
Consenso esplicito secondo il D.Lgs 196/2003.

Formulario di invio messaggi







vai al menu sezioni pagina


Menu di navigazione

vai al menu sezioni pagina