Vai al menu sezioni pagina

L’uovo del serpente dal blog Opere dell'ingegno

Le mie esperienze di lettura, ascolto e visione

orme arancioni su asfalto bagnato dalla pioggia

Sei su: Cinema , Ingmar Bergman > L’uovo del serpente



L’uovo del serpente

L’uovo del serpente, film del 1977, si ricollega idealmente a Una vampata d’amore del 1953.

lucertola su sassa di granito a forma ovale, muro giallo con ombra di sedia e di un ombrellone sullo sfondo

Nelle parole di Sergio Arecco nel manuale Ingmar Bergman segreti e magie

rivisita fin dal titolo l’idea di condizione prenatale.

Nel film del 1953 il pagliaccio Frost sogna di rientrare nel grembo materno, nel ventre della moglie Alma, divenendo un feto, poi un seme poi nulla.

Nel film del 1977 chi può guardare attraverso la membrana dell’uovo del serpente potrà vedere la creatura che ne nascerà, il che significa che chi vive nella Germania nel periodo precedente la guerra sarà in grado di prevedere gli eventi che a poco si verificheranno con l’avvento del regime Nazista.

Così Carl Gustav Jung interpretò il risveglio dell’archetipo dell’eroe Sigfrido (la belva bionda) come l’accrescersi della riaffermazione dell’identità dello ctonico popolo Tedesco e della sua volontà di potenza ed ebbe premonizioni oniriche degli eventi bellici a seguire.

Il circo del film del 1953 si riversa nel cabaret, perdendo – nonostante la nuova patina mondana e l’abbandono degli abiti logori e sudici – nobiltà e cedendo al degrado e al mercimonio delle persone, senza poter più sperare nell’anelito alla rinascita.

Una splendida e inattesa interpretazione di Liv Ullmann nei panni di un’attrice di varietà e prostituta, un altrettanto inatteso e intenso David Carradine, gli orrori dell’oppressione, della guerra, degli esperimenti umani, dell’inconsapevolezza.


Informazioni sull'articolo

L’uovo del serpente e' stato pubblicato il 13 maggio 2018 alle 20:27 da Francesco nella categoria Cinema, Ingmar Bergman.
Ultima modifica: maggio 13, 2018.


Commenti (0)

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto.
Consenso esplicito secondo il D.Lgs 196/2003.

Formulario di invio messaggi







vai al menu sezioni pagina


Menu di navigazione

vai al menu sezioni pagina