Vai al menu sezioni pagina

L’esorcista dal blog Opere dell'ingegno

Le mie esperienze di lettura, ascolto e visione

orme arancioni su asfalto bagnato dalla pioggia

Sei su: Cinema > L’esorcista



L’esorcista

Ho rivisto dopo anni L’esorcista di William Friedkin e desidero solo scrivere qual è secondo me il miglior modo di predisporsi alla visione di questo film.

campanacio dei Tintiatos, maschere tradizionali sinisolesi, con il cielo sullo sfondo, volto dipinto di nero in parte visibile

Pensare innazitutto che si tratta di un bellissimo film, un prodotto artistico di notevole qualità, molto ben recitato.

Tra gli elementi che concorrono alla ricchezza della pellicola, le immagini a contenuto tecnologico, le attrezzature mediche, che la mettono allo stesso livello degli allora sorprendenti film di fantascienza.

Non si tratta di un film horror, il contenuto psicanalitico e spirituale è preponderante.

Il regista fa presente che la scena ritenuta dal pubblico più disturbante è l’inserimento delle sonde nelle arterie cerebrali della bambina.

Vivamente consigliato l’ascolto di un commento al film dello stesso Friedkin, per fortuna condiviso su YouTube.

Alcuni particolari possono sfuggire a una prima visione, come i volti e i simboli terrifici che riempiono la casa quando la possessione di Regan avanza.

Una attenta e prodonda analisi dei valori estetici è compiuta da Rob Ager, da non perdere.

Il percorso di Padre Damien è quello di Orfeo alla ricerca della sua anima, della sua fede perduta, della sua consapevolezza, quella simboleggiata da Beatrice nella Divina Commedia.


Informazioni sull'articolo

L’esorcista e' stato pubblicato il 11 maggio 2018 alle 1:11 da Francesco nella categoria Cinema.
Ultima modifica: maggio 13, 2018.


Commenti (0)

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto.
Consenso esplicito secondo il D.Lgs 196/2003.

Formulario di invio messaggi







vai al menu sezioni pagina


Menu di navigazione

vai al menu sezioni pagina