Vai al menu sezioni pagina

Un anno con tredici lune dal blog Opere dell'ingegno

Le mie esperienze di lettura, ascolto e visione

orme arancioni su asfalto bagnato dalla pioggia

Sei su: Cinema , Rainer Werner Fassbinder > Un anno con tredici lune



Un anno con tredici lune

Forse la nevrosi non è una malattia, già alcuni psicologi junghiani la pensano così, forse è superata la concezione che un vissuto doloroso dia luogo a patologia e non a – altrettanto doloroso – percorso di adattamento.

ritaglio di pittura muraria a Capo Comino raffigurante volto sardo maschile e femminile affiancato, come sagome pianeti

Così Erwin Weishaupt decide di recarsi a Casablanca per operarsi e diventare Elvira, per piacere al perfido speculatore Anton Saitz: ricorderà che a quel tempo non percepiva il suo corpo come di donna e

non era neppure finocchio.

A sua volta Anton Saitz, sopravvissuto a una campo di concentramento e divenuto ricco in modo in buona parte illegittimo e sfruttando la prostituzione della stessa Elvira, vive rifugiato in uno dei suoi anonimi edifici, in tenuta da tennis, dedito a giochi infantili e circondato da un piccolo corpo di guardi che lo asseconda in tutto.

Forse, come in Ragazze interrotte di James Mangold,

A volte l’unico modo per rimanere sani di mente è diventare un po’ pazzi.

forse la pazzia non esiste, neppure le patologia più gravi come le Personalità multiple, forse ognuno è Ulisse, di James Joyce.

Scrive Simone Loi a proposito della comunicazione tramite medium telefonico nel commento al suo video Autism Disorder 2.0:

nei luoghi pubblici, nelle piazze, negli autobus, anche tra amici ci si ritrova ad essere vicini ma distanti, ognuno preso da cosa succede online senza rendersi conto di essere offline per chi si ha affianco.

Il messaggio di Un anno con tredici lune non è poi tanto distante, visto che il (la) protagonista si racconta prevalentemente attraverso un medium (le registrazioni, il vecchio luogo di lavoro, il mattatoio, la suora, persino un’ascetico personaggio divenuto tale per fuggire alla morte sociale della malattia mentale, Seelen-Frieda) e muore suicida accanto a due indifferenti che fanno l’amore, affidando il suo testamento spirituale a n nastro magnetico.


Informazioni sull'articolo

Un anno con tredici lune e' stato pubblicato il 4 novembre 2016 alle 14:34 da Francesco nella categoria Cinema, Rainer Werner Fassbinder.
Ultima modifica: novembre 11, 2016.


Commenti (0)

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto.
Consenso esplicito secondo il D.Lgs 196/2003.

Formulario di invio messaggi







vai al menu sezioni pagina


Menu di navigazione

vai al menu sezioni pagina